Amazon FBA: cosa fare per ottimizzare al massimo i tuoi prodotti

Copertina Delion (1)

Come si ottimizzano i propri prodotti su Amazon? Quali sono gli accorgimenti necessari a dare loro la massima visibilità? Dalla SEO sulla scheda prodotto fino alle promozioni, ecco tutto quello che puoi fare per battere la concorrenza.

L’ottimizzazione dei prodotti su Amazon, necessaria per ottenere risultati in termini di vendite, va sotto il nome di product listing optimization ed è composta da diverse operazioni.

Fanno parte della product listing optimization, infatti tutte quelle azioni che mirano a:

  • migliorare la visibilità delle schede prodotto nelle ricerche
  • migliorare il CTR delle schede
  • aumentare le vendite. 

Si va quindi dalla cura della SEO per la scheda prodotto, fino alla creazione di promozioni specifiche. In questo articolo abbiamo riportato i passaggi essenziali che devi sempre curare con attenzione.

L’ottimizzazione SEO della scheda prodotto

Il motore di ricerca interno di Amazon, proprio come ogni motore di ricerca, sceglie i prodotti da proporre principalmente in base alle keyword inserite dagli utenti. Analizzare attentamente queste keyword e ottimizzare le schede di prodotto di conseguenza è, quindi, il punto di partenza per qualsiasi strategia tramite Amazon.

Diamo per scontato che tu ti sia già occupato della ricerca delle keyword rilevanti per il prodotto: come saprai se hai letto i nostri articoli precedenti su Amazon FBA, infatti, la ricerca keyword dovrebbe essere fatta prima ancora di decidere se inserire o meno un certo articolo nel proprio shop su Amazon.

Una volta che l’articolo è stato scelto e le keyword individuate, quindi, si può procedere con una regola apparentemente semplice: includere le keyword rilevanti nel titolo, nella descrizione e negli altri campi che compongono la scheda prodotto. 

Le similitudini con la SEO classica sono molte, come vedrai: devi infatti trovare il modo per far combaciare presenza delle keyword di interesse con una scrittura interessante e attrattiva per l’utente finale.

Il titolo è sicuramente il primo testo che verrà visto dagli utenti, e il principale per i bot che ne decideranno il posizionamento. Hai 250 caratteri; giocateli al meglio:

  • inserendo le keyword più rilevanti per il tuo prodotto (ma senza fare keyword stuffing)
  • segnalando benefici e caratteristiche importanti del prodotto, creando un testo che sia al tempo stesso utile in chiave SEO e attraente per il cliente.

Le backend keyword sono quelle che suggerirai tu ad Amazon come correlate al tuo prodotto. Sfruttale al meglio.

Nel bullet point e nella descrizione del prodotto è buona norma dare priorità alla leggibilità e all’attrattività del messaggio. Ok all’inserimento delle keyword, quindi, ma solo in armonia con il messaggio generale e alla sua utilità per l’utente.

Quanto alle immagini del prodotto, ti consigliamo di inserirne molte e opportunamente ottimizzate secondo le indicazioni della piattaforma per quanto riguarda dimensioni e sfondi. Per valorizzarle dal punto di vista SEO, caricale su Amazon solo dopo aver rinominato il file: proprio come per Google, anche per Amazon aggiungere il file macchina-fotografica-digitale.jpg è meglio rispetto ad aggiungere ESF15578.jpg.

La scheda prodotto: non solo SEO…

Compila sempre al meglio tutti i campi presenti: inserisci tutti i dettagli del prodotto, come i materiali oppure l’indicazione da uomo / da donna. Ogni informazione in più ti aiuterà a rendere la scheda più attraente e specifica per le ricerche di tuo interesse.

Così facendo potrai sia migliorare il punteggio SEO che convincere meglio il tuo utente all’acquisto.

Le schede prodotto di Amazon contengono moltissimi campi che danno modo a te di provare a convincere il cliente, e a lui/lei di approfondire la conoscenza del tuo prodotto. Un esempio è il campo Questions & Answers, che ti dà modo di prevenire i dubbi degli utenti e in generale di migliorare la loro esperienza di acquisto e d’uso.

Tra i diversi campi, poi, ce n’è uno che ha un’influenza molto forte sulle decisioni degli utenti Amazon: le recensioni degli acquirenti.

Ti suggeriamo di stimolare, quindi, la raccolta di recensioni positive attraverso l’invito diretto agli utenti a lasciare una recensione (è possibile inserire un messaggio all’interno del packaging del prodotto o aderire a programmi specifici offerti da Amazon). 

Controlla sempre con attenzione le recensioni e rispondi, soprattutto a quelle negative. Cogli spunti per migliorare il servizio ogni volta che ti è possibile.

Gli aspetti promozionali

Una volta creata una buona presentazione per i tuoi prodotti, puoi renderli più attrattivi attraverso l’aggiunta di offerte promozionali.

Amazon consente di realizzare iniziative di diverso tipo: ad esempio, le offerte lampo o l’emissione di coupon. Il prodotto, così, ha modo di risaltare rispetto a quelli della concorrenza.

Un altro consiglio valido per molti rivenditori è quello di creare un proprio store multipagina su Amazon, personalizzarlo e promuoverlo

Le schede prodotto di Amazon, per quanto fenomenali come potenzialità informativa, hanno infatti limiti molto grossi per quanto riguarda la valorizzazione del brand.

Per questo, i venditori con un marchio registrato possono progettare e creare un proprio store multipagina dove offrire agli utenti Amazon un’offerta di acquisto diversa, più incentrata sul brand. 

A livello tecnico la creazione è molto semplice perché si basa su un builder intuitivo; lo store permette una navigazione su diversi livelli e può contenere materiale audio, video, testi e immagini per una presentazione ottimale del brand. 

Lo store consente quindi di valorizzare al meglio la propria offerta quando è contraddistinta da un unico brand.

Una volta creato il proprio store, è consigliabile anche pubblicizzarlo utilizzando gli strumenti appositi messi a disposizione da Amazon.

La vendita all’estero

Amazon offre davvero grandi opportunità alle aziende. Una di queste è data dalla possibilità di vendere anche all’estero in modo semplice ed economico.

In particolare, appoggiandosi al sistema logistico di Amazon FBA si ha modo di proporsi e spedire in tutta Europa con costi di gestione davvero contenuti.

Ecco, quindi, che una strada sicuramente da valutare è questa: l’internazionalizzazione del proprio business, attraverso la vendita negli altri paesi Europei.

Conclusioni

Riepiloghiamo, in sintesi, come muoverti per una buona ottimizzazione dei prodotti su Amazon:

  • Cura la SEO della scheda prodotto: titolo, bullet point, descrizione vanno compilate utilizzando le keyword principali.
  • Cura le immagini: devono essere molte, di buona qualità e rispondenti ai requisiti della piattaforma, non troppo pesanti, e infine rinominate in modo opportuno.
  • Convinci i possibili acquirenti compilando anche i campi facoltativi nel modo più completo possibile, anche prevenendo possibili domande o dubbi (è perfetta la sezione Q&A per raggiungere questo obiettivo).
  • Stimola le recensioni positive e rispondi a quelle che ricevi, anche se negative. Considera le recensioni negative come stimoli per migliorare.
  • Rendi il tuo prodotto più attraente con offerte di vario tipo.
  • Se hai un tuo brand, apri un Amazon Shop e valorizzalo al massimo.
  • Valuta di vendere anche fuori Italia, negli altri paesi europei, con la logistica di Amazon FBA.

L’ultimo consiglio, infine, è quello di tenere sempre sotto stretto controllo la tua concorrenza. Controlla come si muovono: i prodotti uguali o simili al tuo, i prezzi (abbiamo scritto in un precedente articolo di alcuni articoli che possono aiutarti a tenerli sott’occhio con facilità). Tieni conto delle azioni dei concorrenti per migliorare le tue strategie.

E tu quali accorgimenti utilizzi per ottimizzare i tuoi prodotti?

Contattaci per una consulenza gratuita!